Cotolette di cannellini

Autore: Data: Settembre 7, 2015
  • Persone: 4
  • Preparazione: 10m
  • Cottura: 20m
  • Pronto in: 30m

Se questa ricetta fosse un film, si intitolerebbe: Anche gli angeli mangiano fagioli, e il sottotitolo sarebbe: Come propinare una porzione di legumi alle angiolette di casa.

Questa preparazione è super facile, super divertente e tutto quello che dovete fare, se avete dei piccoli aiutanti in cucina, è preparare loro gli ingredienti, ognuno in una ciotolina, e supervisionare. Punto.

Con i loro grembiulini addosso, Sara e Maggie hanno frullato, mescolato, “cotolettato”, impanato e perfino spennellato d’olio queste furbissime cotolette. Servite con degli spinaci al vapore conditi in modo semplice, con olio, aceto e sale, sono state un piatto unico perfetto e completo per cena.

La cosa divertente è stata che mentre cucinavano, Sara ha messo in bocca un fagiolo e lo ha sputato, disgustata. Poi ha continuato a cucinare e quando ha assaggiato le cotolette le ha spazzolate in men che non si dicesse! Siamo in questa fase: i fagioli nudi e crudi non sono il suo cibo preferito, ma mi piace che piano piano impari ad avvicinarsi a questi sapori e a queste consistenze con consapevolezza, gradualità e soprattutto senza forzature.

Eccovi la ricetta (grazie Marco, come sempre). Ah, con questa sono arrivata a 3 di 300! 🙂

Ingredienti:

  • 400 grammi di fagioli cannellini lessati
  • 80 grammi di farina integrale
  • 80 grammi di grana grattugiato
  • 120 grammi di pane grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale

Se usate i fagioli in scatola, risciacquateli bene sotto l’acqua corrente per togliere il sale in eccesso. Sgocciolateli, riuniteli nel robot e iniziate a frullare. Aggiungete il grana, la farina, il prezzemolo e l’aglio (io l’ho aggiunto dopo averlo schiacciato con uno spremi aglio), e frullate ancora. Aggiustate di sale in base al vostro gusto (senza esagerare però!). Siccome mi sembrava piuttosto secco, ho aggiunto un giro di olio di oliva e ho frullato nuovamente. Il composto dovrà risultare omogeneo e morbido da lavorare.

Per aiutare le pupe a fare le cotolette, l’ho lavorato leggermente per dargli la forma di una palla e l’ho diviso in sei parti. Le pupe hanno preso una parte alla volta e prima hanno formato delle polpette, poi le hanno schiacciate per dare la forma alle cotolette.

Versate in un piatto il pan grattato e impanate da entrambi i lati (o fatelo fare ai vostri cuochini). Foderate una teglia da forno con la carta e adagiatevi le cotolette.
Aiutandovi con un pennello da cucina, spennelatele con l’olio di oliva.

Infornate per 20 minuti a 200 gradi e divorate, tutti insieme allegramente!

Ps: Se volete veganizzare il piatto potete sostituire al grana la stessa quantità di anacardi, tritati molto finemente insieme a un pizzico di sale.

Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti