Gnocchi di lenticchie e ceci con pesto al basilico e foglie di ravanelli

Autore: Data: Aprile 1, 2016
  • Preparazione: 0m
  • Cottura: 0m
  • Pronto in: 0m

Anche se ci siamo comportati “bene” a tavola, in questi giorni di vacanze Pasquali qualche strappo alla regola l’abbiamo fatto, ci siamo viziati un pochino e siamo stati più indulgenti del solito con noi stessi. Con l’arrivo della Primavera il nostro corpo sente la necessità di rigenerarsi e depurarsi dagli strascichi dell’inverno. E’ questo il momento ideale per portare a tavola piatti semplici e leggeri ma non per questo poco nutrienti, aprendo le porte alle primizie di stagione che ci fanno capolino dai banchi del contadino (per chi ha la fortuna di averne uno vicino come noi).

Questi gnocchi di lenticchie e ceci sono una risposta furbissima e salutare per far assumere i legumi in modo facile e gradevole ai nostri cuccioli. Il condimento è a base di pesto al basilico ed è arricchito dalle foglie di ravanelli cotte al vapore, che conferiscono al piatto un sapore delicato. Potete tranquillamente sostituirlo con una salsa leggera al pomodoro, o con quella che i vostri bambini amano di più.

Quando ieri li ho proposti a Sara e a Margherita li hanno apprezzati un sacco, e questa per me è stata la più grande soddisfazione! Voler bene ai nostri bambini non significa riempirli di giochi o assecondare ogni richiesta. Per come la penso io, la più grande forma di Amore che un genitore possa dimostrare verso i suoi figli è quella di crescerli nel modo più sano possibile, a contatto con la Natura, educandoli alla vita ed alle sue regole, facendoli sbagliare ed aiutandoli a rialzarsi, con una presenza costante ma discreta, nutrendoli di Amore e cibo vero (sembra facile!) 🙂 Ok, ok, la smetto, passiamo alla ricetta che altrimenti viene notte!

Anche questa come tantissime altre che trovate nel mio blog è child – friendly: potete divertirvi a realizzarla insieme ai vostri bambini, è un bel modo di stare insieme e di educarli al mangiar sano. E poi, volete mettere la loro soddisfazione nel mangiare un cibo preparato con le loro manine operose?

Ingredienti:

  • 250 grammi di lenticchie lessate (anche in barattolo)
  • 250 grammi di ceci lessati (anche in barattolo)
  • 80 grammi di farina integrale

Per la salsa:

  • pesto fatto in casa q.b
  • 4 noci
  • il fogliame di due mazzetti di ravanelli

Se utilizzate i legumi in scatola, sgocciolateli e sciacquateli bene prima di utilizzarli, quindi passateli al mixer riducendoli in crema. Per aiutarvi potete aggiungere una tazzina da caffè di acqua.

Incorporate la farina e mescolate in modo da ottenere un composto omogeneo. Se avete problemi di sensibilità al glutine potete sostituire alla farina integrale quella di riso.

Infarinate il vostro piano di lavoro e procedete come per gli gnocchi tradizionali: dividete l’impasto in più parti e da ciascuna ricavate tanti cilindri. Con un coltello tagliate i vostri gnocchi e metteteli da parte mentre vi dedicate alla salsa. Potete anche far fare questa operazione ai vostri piccoli cuochi, un coltello di plastica è sufficiente per tagliare gli gnocchi.

Sciacquate bene le foglie dei ravanelli dopo aver eliminato i gambi più duri, quindi cuoceteli a vapore in pentola pressione, calcolando 5 minuti dal momento del fischio. In alternativa potete sbollentarle velocemente in acqua bollente salata.

Nel mixer riunite il pesto, le noci, le foglie di ravanello e  tre cucchiai dell’acqua di cottura. Azionate le lame e frullate fino a quando la salsina sarà liscia.

A questo punto aggiungete all’acqua di cottura rimasta altra acqua, sufficiente per cuocere gli gnocchi, e alla ripresa del bollore tuffateli un po’ alla volta, e scolateli con una schiumarola quando saranno venuti a galla.

In una pentola riunite gli gnocchi e la salsina, riscaldateli a fiamma bassa, spolverate di parmigiano (o con il parmigiano vegano, per un piatto completamente vegetale) e servite con qualche fogliolina di basilico fresco.

Per completare la cena e permettere al ferro presente nei legumi di essere assimilato al meglio, preparate un contorno con verdure ricche di vitamina C come ad esempio carote, pomodori, cavolfiori.

Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti