Insalata di orzo con pesto rosso, ceci e rucola

Autore: Data: Settembre 2, 2015
  • Porzione : 4
  • Persone: 4
  • Preparazione: 0m
  • Cottura: 0m
  • Pronto in: 40m
Stagionalità:
Ingredienti: , , , ,

Questo piatto è stato una sorpresa. Grande donna Adriana, la mamma di Fede, che ieri sera ha stupito entrambi cucinando questa meraviglia. Di solito quando sa che andiamo a mangiare da loro la domanda che arriva, puntuale,  è: “e per voi cosa preparo?”, per il fatto che abbiamo eliminato completamente la carne dalla nostra alimentazione.
Con questo piatto si è proprio superata, e io mi sento tanto fortunata ad avere una suocera così in gamba!
Ha preso la ricetta dal numero di giugno di Cucina Naturale, che aveva “casualmente” in casa e ve la voglio proporre perchè è davvero buona oltre che completa dal punto di vista nutrizionale.

Ecco come l’ha preparata:

Ingredienti:

  • 280 grammi di orzo perlato
  • 180 grammi di ceci cotti
  • 150 grammi di pomodorini
  • 50 grammi di rucola
  • 30 grammi di mandorle
  • 6 filetti di pomodori secchi sott’olio
  • 4-5 foglie di basilico
  • 1 cucchiaino di capperi sotto sale (o sott’aceto)
  • mezzo spicchio d’aglio
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Lessate l’orzo per 30 minuti in acqua salata. Scolatelo e raffreddatelo sotto l’acqua fredda, poi sistematelo in una insalatiera.

Frullate insieme le foglie di basilico, i pomodorini, le mandorle, i pomodori secchi, 4-5 capperi (se usate quelli sotto sale, prima abbiate cura di sciacquarli bene), l’aglio, quattro cucchiai di olio e un pizzico di pepe. Dovrete ottenere un pesto cremoso.

Stemperatelo con poca acqua calda per dargli la consistenza di una salsa. Condite l’orzo mescolando bene e aggiungete a questo punto anche i ceci, i restanti capperi e la rucola.

Potete servire subito o lasciarla insaporire per qualche minuto. Se vi sembra troppo asciutta potete aggiungere dell’ulteriore olio evo.

Per preparare un piatto ancora più sano potete sostituire l’orzo perlato con quello decorticato, più ricco di sali minerali e acidi grassi come gli omega-3. In questo caso, prima di cuocerlo dovrete lasciarlo in ammollo (leggete i tempi sulla confezione perchè variano da una notte intera a 45 minuti). Anche i tempi di cottura aumentano di un quarto d’ora in più rispetto alla variante perlata, ma ne guadagnerete in proprietà nutrizionali!

Ah, mammine in dolce attesa, lo sapevate che l’orzo è anche conosciuto per la sua tradizionale proprietà galattogena, cioè di stimolo alla produzione di latte materno?

Stagionalità: Ingredienti: , , , ,
Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti