Latte di nocciole

Autore: Data: Agosto 18, 2015
  • Persone: 2-3
  • Preparazione: 0m
  • Cottura: 0m
  • Pronto in: 0m
Stagionalità: Tags: ,
Ingredienti:

Da quando ho smesso di bere latte vaccino, ho iniziato ad esplorare il vastissimo e sorprendente mondo delle bevande vegetali. Se non le conoscete, vi dico che ce ne sono di tanti tipi, adatti a soddisfare il palato anche dei più scettici, e che anche per chi consuma abitualmente il latte di mucca alternare ogni tanto qualche bevanda vegetale non può che fare bene per la salute delle ossa.

La soluzione più veloce naturalmente è acquistarli al supermercato, ma se il consumo diventa abituale, perchè non provare ad autoprodurceli? Il risparmio è notevole, e la soddisfazione altrettanto. E poi è talmente facile che vi chiederete: perchè non l’ho fatto prima?

Con l’estrattore il procedimento è davvero semplicissimo, ma alla fine della “ricetta” vi darò delle dritte per preparare il latte vegetale a casa anche utilizzando un semplice frullatore.

Ingredienti:

  • 250 g di nocciole
  • 750 grammi di acqua fresca
  • stevia, sciroppo d’acero o di agave, per dolcificare

Lasciate a mollo le nocciole per 12 ore, cambiando l’acqua se necessario.

Trascorso il tempo necessario eliminate il liquido di ammollo. A questo punto mettete nell’estrattore, alternando, le nocciole e l’acqua fresca pulita. Vedrete il latte di nocciole sgorgare dall’estrattore!  Addolcite come preferite e…non buttate gli scarti! Se non potete utilizzarli subito per mancanza di tempo, congelateli. Se avete una mezz’oretta approfittate per preparate una torta, un plumcake, dei biscotti e mescolate la granella rimasta all’impasto! Ecco un’altra ricetta a zero sprechi 😉

Per chi non avesse l’estrattore il procedimento per preparare il latte è lo stesso fino alla parte dell’ammollo. Il passo successivo consiste nel frullare le nocciole insieme all’acqua pulita fino ad ottenere un liquido denso bianco e polposo. Filtrare con un colino e conservare. Rimettere la polpa nel frullatore, aggiungere altri 250 grammi di acqua pulita e il dolcificante che si preferisce, e frullare di nuovo. Filtrare anche questo liquido con il colino ed aggiungerlo all’altro.

Io ho notato che in frigo si conserva al massimo per due giorni perchè non contenendo conservanti, tende ad irrancidire velocemente. Se lo producete solo per voi, potete riproporzionare le dosi e prepararlo di volta in volta, sempre nel rapporto 1:3 (una parte di frutta secca e tre parti di acqua).

Allo stesso modo potete preparare anche il latte di mandorle (provatelo anche con la cannella!), di noci, di pinoli, di noci di macadamia. Ad ognuno il suo latte!

Stagionalità: Tags: , Ingredienti:
Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti