Polpette di melanzane

Autore: Data: Agosto 25, 2015
  • Persone: 4
  • Preparazione: 25m
  • Cottura: 20m
  • Pronto in: 45m

Non so se per emulazione o per pura fortuna, ma le pupine hanno sempre mangiato volentieri la frutta e la verdura. Naturalmente ci sono delle verdure che fanno parte della categoria sìtuttalavita ed altre invece confinate in quella no!neanchesottotortura. E poi ci sono quelle, tipo le melanzane, che mangiano quando gira bene. C’è da dire però che sotto forma di polpette, non le avevano ancora mai assaggiate.

In rete avevo letto qua e là diversi modi per prepararle, ma non trovavo mai una ricetta che mi convincesse fino in fondo. Fino a quando, mentre bevevamo un caffè insieme, la mia vicina, Ester, anche lei mamma, mi ha passato questa ricetta dopo che il suo ometto di casa le aveva promosse al test di assaggio.

La preparazione è semplice e se avete dei pupini in casa potete coinvolgerli nella realizzazione della ricetta, come ho fatto io. Di solito, quando chiedo a Sara e a Maggie di aiutarmi a preparare qualcosa, quando è il momento di mangiarlo lo trovano sempre buonissimo (lo confesso, a volte uso questo bieco trucco anche per cucinare cibi dal sapore più difficile e funziona sempre! 🙂 )

Ecco cosa vi serve per prepararle:

Ingredienti:

  • una melanzana media
  • uno scalogno
  • 250 grammi di ricotta
  • 2 cucchiai di olive taggiasche
  • pan grattato q.b.
  • 3 pomodori secchi
  • 2-3 foglioline di basilico
Tritate lo scalogno e rosolatelo leggermente in una padella con un po’ di olio, quindi aggiungete la melanzana tagliata a cubetti e cuocetela per 20 minuti (o quando vedete che è cotta). Lasciatela raffreddare e scolatela con l’aiuto di un colino per eliminare il liquido in eccesso.
Mettete nel robot da cucina la melanzana, la ricotta, il basilico, le olive taggiasche ed i pomodori secchi tagliati a pezzetti. Se non usate quelli sott’olio ma quelli al naturale, risciacquateli abbondantemente prima e poi tamponate. Sia in un caso che nell’altro, non vi servirà aggiungere altro sale al composto. Mentre frullate, aggiungete via via il pane grattato fino a quando otterrete un composto omogeneo (non preoccupatevi se sarà leggermente umido).
Aiutandovi con due cucchiai, formate delle polpette, che passerete nel pane grattato (io di solito ne metto un po’ in un piatto fondo e impano le polpette lì dentro). Ne ho ricavato circa una quindicina di polpette di media dimensione.
Scaldate il forno a 180° e cuocetele per una ventina di minuti, dopo averle spennellate con un filo di olio extravergine di oliva.
Se per caso dovessero avanzare – ma ne dubito fortemente! -, sono buonissime anche fredde, il giorno dopo.

 

Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti