Primo giorno di asilo

Autore: Data: Settembre 15, 2015
  • Preparazione: 0m
  • Cottura: 0m
  • Pronto in: 0m

Oggi mi prendo un giorno di ferie dal sito perché questo è un giorno speciale, davvero speciale per me.

Ieri è toccato a Sara varcare per la prima volta dell’ultimo anno il cancello dell’asilo, e oggi è stata la volta di Margherita, che ha iniziato tra i piccolissimi la sua nuova avventura da grande.

Oggi spengo i fornelli ed accendo un riflettore grande come il mondo su di Voi, bambine mie.

Proprio voi sì, che siete per me il sale più raro di tutti, più del sale blu, di quello rosa o di quello nero; siete voi il sale speciale che arricchisce la mia vita da quando siete arrivate.

Siete zucchero, ma quello che fa bene, perché sa cancellare ogni momento di tristezza per portarlo via lontano, oltre le nuvole.

Siete voi il grembiule delicato che mi scalda il cuore come una copertina, quando ne ha più bisogno ma anche quando non se lo aspetta.

Siete Vita, energia pura, pronta ad esplodere. Quella vera, naturale, che va da zero a cento e che contagia tutti quelli che raggiungete con i vostri sorrisi e con le frasi più simpatiche che abbia mai sentito.

Siete buffe e siete serie, siete pure e siete immense.

Siete tutti i colori dell’arcobaleno.

Siete tutte le emozioni che la vita possa contenere.

Siete stupore e meraviglia, ogni giorno, dal primo giorno.

In queste pagine annoto i nostri cibi del cuore, quelli che preparo per voi perché cresciate sane e forti. Ogni giorni vi proteggo, vi guido come so, vi spiego ciò che penso sia giusto, cerco le risposte a tutti i vostri perché, inventandole, se anch’io non le conosco. Mi sforzo di essere il migliore esempio da cui possiate imparare, cerco per voi la luce anche nei momenti più scuri.

Vi riparo e vi accolgo, vi stimolo e vi sprono a fare da sole, a rialzarvi se cadete e a riprovarci se fallite, trattenendo e nascondendo le mie ansie e le mie paure (sono la vostra fan più sfegatata!).

Conosco a memoria ogni centimetro del vostro corpicino, ogni neo, ogni piccola cicatrice. Saprei disegnare ad occhi chiusi la curva del vostro profilo. Anche quando non ci siete, posso indovinare la vostra espressione solo parlando con voi. Perfino in questo momento, mentre sto scrivendo e siamo lontane, posso sentire il vostro odore.

Se qualcuno mi chiedesse di scrivere su un rigo musicale il battito dei vostri cuoricini e il ritmo del vostro respiro quando dormite, lo farei senza indugi, ad occhi chiusi…

E così, mentre io imparo ogni giorno come si fa la mamma – e come non si fa -, e cerco di portare la felicità nei vostri occhi in tutto ciò che faccio, voi crescete come il grano, per essere oggi le bambine adorabili e vivaci che vedo in questa foto.

A voi, piccole grandi cucciole mie, dedico questa pagina.

Perché più di tutto, siete voi la ricetta Perfetta. Quella che fa cominciare bene ogni giorno, più dell’acqua e limone che preparo ogni mattina.

Siete voi l’ingrediente segreto che ha reso speciale la mia vita, ed ancora di più.

Sara e Margherita, vi Amo con tutto l’Amore che posso,

la mamma.

Chi sono? O meglio, chi sono diventata? Prima che io e Fede..

Ultime Ricette

Articoli recenti